Santa Margherita Ligure

Nel cuore del centro storico di Santa si trova la Basilica di Santa Margherita di Antochia, a croce latina, con due campanili ai lati. Sul poggio che la sovrasta si aprono le antiche stanze della Villa Durazzo Centurione. Costruita su progetto di Galeazzo Alessi (1560), l’architetto delle grandi famiglie genovesi del tempo, ha le facciate ritmate da ampie finestre, da modanature in rilievo, terrazzi e statue. Nell’interno saloni dalle volte affrescate e uno solenne scalone in ardesia che porta ai piani superiori con mobili d’epoca e quadri d’autore, fra cui quelli di Domenico Piola e Gerolamo de Ferrari, maestri secenteschi liguri. Nelle due sale dell’ammezzato sono stati ricostruiti lo studio e la biblioteca dello scrittore Vittorio G. Rossi, nato a Santa, con oggetti raccolti durante i suoi viaggi che costituiscono un piccolo museo di cult. Accanto vi è la Chiesa di San Giacomo di Corte, con la scenografica facciata barocca. Sotto si ammira la mole tozza del Castello (1550), dalle ridotte dimensioni, con una torre sul lato nord e una sala centrale dai soffitti a volta. Oltre un secolo di storia italiana e d’Europa nel Grand Hotel Miramare aperto nel 1903. Di qui sono passate teste coronate, politici, attori, finanzieri, aristocratici, intellettuali, scienziati. Guglielmo Marconi dalla terrazza dell’albergo riuscì a trasmettere, tra il 2 e il 6 agosto 1933 per la prima volta nel mondo, segnali radiotelegrafici e radiotelefonici alla distanza di 150 km. Per ricordare lo storico evento sono state restaurate le attrezzature usate dallo scienziato ed è stata posta una lapide di marmo sulla facciata liberty.

INFO:

Museo Vittorio G. Rossi
Piazzale San Giacomo 3
Tel. 0185 205449

Parco del Flauto Magico
Corso Elia Rainusso 12
Tel. 0185 205471

[© “Tigullio Occidentale” – Provincia di Genova 2009]